Joom!Fish config error: Default language is inactive!
 
Please check configuration, try to use first active language

Studio degli scenari di rischio a supporto del Piano di Protezio Skip to content

Doppiavoce

Info: Your browser does not accept cookies. To put products into your cart and purchase them you need to enable cookies.

Studio degli scenari di rischio a supporto del Piano di Protezione Civile del Comune di Pozzuoli
View Full-Size Image


Studio degli scenari di rischio a supporto del Piano di Protezione Civile del Comune di Pozzuoli



Roberto Castelluccio (a cura di)

Price: €26,00
€20,80
You Save: 20%


alt 17 cm x 24 cm
alt brossura
alt 160 pagine
alt 72 immagini a colori, 12 in b/n, 24 schede a colori, numerose tabelle
alt 2017-06
alt ISBN 978-88-89972-68-7

Gli scenari di rischio sono tradizionalmente connessi al verificarsi di un evento eccezionale (sismico, idraulico, geologico, ambientale, ecc.) e agli effetti che questo produce sull’ambito di riferimento. Ai fini della redazione dei Piani di Emergenza Comunale e della consequenziale pianificazione urbanistica, finalizzata ad aumentare la resilienza territoriale, è quindi indispensabile procedere preliminarmente a un’approfondita analisi ambientale e del contesto edilizio di riferimento, in modo da definire le diverse dinamiche evolutive che hanno condotto alla configurazione dell’attuale assetto territoriale e urbano, certamente condizionato dagli eventi naturali occorsi nel tempo e dal progressivo adattamento del tessuto urbano.
Il Comune di Pozzuoli ha voluto affidare lo studio degli scenari di rischio al Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, nel quale convergono le discipline connesse all’idraulica, alla scienza della terra e dell’edificato.
Lo studio ha dunque analizzato gli scenari di rischio individuati dalla normativa nazionale e regionale con riferimento alle aree vaste, proponendo un approccio sistemico che ha consentito in particolare di sviluppare un’analisi integrata tra gli aspetti idraulici, geologici, sismici e del sistema edilizio residenziale. Quest’ultimo in particolare è stato trattato come un fattore di rischio trasversale a tutti gli scenari e indipendente dal verificarsi di eventi critici e che, determinato in base alle caratteristiche tipologiche, tecnologiche e manutentive del patrimonio edilizio residenziale, ha consentito di sviluppare una specifica valutazione della vulnerabilità urbana connessa esclusivamente agli aspetti edilizi che, in via speditiva, è stata definita “Vulnerabilità Edilizia Residenziale”.
Lo studio, sviluppato in cinque capitoli, è stato posto alla base del Piano di Emergenza del Comune di Pozzuoli.